mercoledì 9 ottobre 2013

Il relitto umano

Quanto a fidanzati, Lauretta mia, figlia adorata, 
stendi una coltre pesante. 
Sto con un relitto umano da un anno e mezzo, un trentacinquenne 
idiota, pieno di complessi, che occupa ancora la cameretta 
adolescenziale a casa di mammà. Dice che mi ama e anch’io 
sostengo la stessa cosa, ma in realtà mi chiedo spesso cosa ci facciamo 
insieme io e lui. Non lo stimo, non andiamo d’accordo, facciamo 
così poco sesso che, se inducessero un torneo, nella semifinale 
potremmo incontrare il Papa, come nella famosa barzelletta. 
Quando lo si fa, ovviamente, fingo alla grande. Aaaaah! 
Ohhhhh! Sìììì! Wow amore, sei fantastico! In realtà in quei quattro 
o cinque minuti ho passato in rassegna tutte le spese, le ho 
catalogate in dare/avere, tolta l’IVA e dedotto che anche stavolta 
non arrivo al venti del mese. 
(libro Voglio capire se ne è valsa la pena)


Nessun commento:

Posta un commento