martedì 22 giugno 2010

Impara l'arte e mettila proprio da parte


Che vi devo dire. Sarò sfigata io. Ma non credo.
Cioè non è che la sorte mi arrida, piuttosto spesso se la ride, ma penso che certe cose vanno così perché ormai è così che sono e nessuno, tranne pochi, si stupisce più.
Episodio 1:
Noto ipermercato dichiaratamente a sinistra: direttore maleducato con promoter (me), senza tener conto che sono anche una cliente assidua da 12 anni.
Risultato: non mi vedono più, nemmeno per spenderci 1 misero euro e di questi tempi non è una bella cosa. Alla vigilia del 25 aprile non girava nessuno lì dentro se non per cazzeggiare.
Tra l’altro ho riscoperto i piccoli supermercati: cari allo stesso modo, ma almeno ci metti la metà del tempo a far la spesa.
 
Episodio 2:
Profumeria (nota catena): mi convincono a comprare un rimmel di una rinomata casa cosmetica francese. Una sera lo provo: non solo non allunga un bel niente, ma dopo meno di due ore me lo ritrovo come contorno occhi a fare effetto Gomez degli Adam.
Siccome ho fatto un mutuo per potermelo permettere, lo riporto indietro e spiego alla commessa perché fa schifo e voglio che me lo si cambi. Irremovibile. Cazzi miei.
Risultato: depennata la profumeria dal mio shopping.
 
Episodio 3:
La mia macchina, alla verde età d 12 anni, decide di non partire. Riesco a metterla in modo in qualche maniera e la porto dall’elettrauto che mette la batteria in carica per una notte e me la riconsegna. L’indomani rimango nuovamente appiedata. Torno dall’elettrauto che fa il test alla batteria, dice che è in buona salute, ma che comunque me ne vende un’altra.
24 ore e l’auto mi muore di nuovo. Non era la batteria, ma il motorino d’avviamento. L’elettrauto vuole che gli paghi sia uno che l’altro dicendomi che IO l’avevo autorizzato a montare la batteria. Scusa, pirla, ma l’esperto non sei tu?? E se io ti dicevo che era il motore, cosa facevi, mi cambiavi anche quello?
Risultato: alla minaccia di vedercela in tribunale, capitola e mi fa pagare solo il motorino d’avviamento e relativa manodopera. Una cifra impressionante.
 
Mi chiedo e vi chiedo: è rimasto ancora qualcuno a saper fare il proprio lavoro? Ed a tutelarci?




20071127160545

8 commenti:

  1. Sfigata anche tu in questo periodo. Ma c'è di peggio...

    RispondiElimina
  2. Risposte breve: una minoranza, da tenersela ben stretta. Se poi vuoi una consolazione della serie "mal comune mezzo gaudio" a me avevano chiesto quasi 400€ per un tagliando della Polo, tra cui spiccava un meraviglioso "35€" per il liquido lavavetri.....Insomma , chi può derunarti anche solo di un euro, lo fa stracciando qualsiasi convenzione.

    RispondiElimina
  3. Nn è la sorte...è il modus vivendi di molti, ormai troppi.Chi è rimasto? Quasi nessuno, i più vanno avanti secondo il senso comune.."lavora meno che puoi, fatti pagare più che puoi"...ma continuo a sostenere che a furia di far le bravate ci rimettono loro e mentre prima mi limitavo a reclamare il fatto mio, ora estendo generosamente il consiglio ad altri.Impareranno, a furia di sbattere il muso.Aspetto che cadano come pere marce, e cadranno...ah se cadranno!Cadiamo tutti vuoi che loro si salvino?Poi ci sarà da ridere...chi si è sempre rimboccato le maniche saprà rimboccarsele ancora per ricominciare, chi è andato avanti ad imbrogli, come farà quando più nessuno sarà disposto a farsi imbrogliare??I nodi pian piano arrivano al pettine, sempre! ;)Baci Pit, buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  4. Faccio sommessamente notare, riguardo al liquido lavavetri, che con trentacinque euro si compra una bottiglia di OTTIMO champagne (non buono, quello costa sui venticinque).Il mio consiglio è di non fare eseguire tagliandi in enoteca.

    RispondiElimina
  5. Pit.....per fortuna in altro campo le cose van moltooooooo meglio.....hihihihihihi

    RispondiElimina
  6. Visto che in "sfighe quotidiane" sono abbastanza ferrato ti faccio compagnia nella terza.. professionalità? Boh, dove sta di casa? Lo stesso vale per il sottoscritto che non appena diventa bravo nel suo lavoro glielo cambiano tanto da non rendermi mai sicuro in quello che faccio.. sarà una moda del momento?

    Un bacio e buon weekend, speriamo, senza disavveture!!

    RispondiElimina
  7. Ogni giorno è una lotta,chi sta sopra e chi sotta.Non prendertela troppo. Va così per tutti. E poi tu applichi la buona regola del consumatore: quando è scontento, va da un'altra parte. Facessimo lo stesso anche in politica!

    RispondiElimina
  8. Pensa se invece dell'elettrauto avevi bisogno del dottore ...

    RispondiElimina