lunedì 8 marzo 2010

SABRI AVATAR


avatar_characters


SONO IO IN VERSIONE AVATAR!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
UN PO' DI LEGGEREZZA SUVVIA :-)

Non ce la posso fare a non parlare della Festa della Donna.
Non sono di quelle che la aborrono in toto, che s'offendono se fanno loro gli auguri. Anzi, ringrazio tutti quelli che molto carinamente me li han fatti.
Ma stasera, tornando a casa da una riunione, ho visto in giro una popolazione di macchine singolare per essere un lunedì.
Curiosamente, ferma ad un incrocio, guardo dentro le vetture che mi sfrecciano davanti: sono tutte occupate da donne sorridenti.
Già, mi dico, è la festa della donna!
Io  lo so già. Quelle vanno a mangiare fuori, a torturare i camerieri chè non si sa perchè in questa data devono sopportare di tutto, un temutissimo frangente in cui qualsiasi femmina giovane o vecchia, brutta o carina, si sente in diritto di pretendere le attenzioni di un uomo, sia pure, appunto, del disgraziatissimo cameriere di turno. Il quale, non solo ha le  palle girate perchè la morosa è fuori con le amiche e lui sa che in questa serata gli avvoltoi (sfigati) si scatenano, ma deve pure farsi strusciare dalla tardona occhialuta di turno.

Poi il capannello di donne termina la perfomance in un locale con spogliarello incluso nei 30 euro dell'entrata e dove la tardona occhialuta verrà inevitabilmente invitata a guardare dentro il perizoma del mega figo (a me già uno che fa lo spogliarello potrebbe calarsi in acque profonde con una pietra al collo. Corda robusta, please).
Come lo so?? Maliziosi... visto in tv, no?
Dicono tutte così? Vero è!
Ma io sono qui che scrivo, innocente e casta come Eva.
La prima donna.

(E se avessi posticipato la pubblicazione e non ci fossi??)
Raga, sò sfiguz ma non così tanto...

13 commenti:

  1. Che carina :-)
    Buona festa della donna :-)

    RispondiElimina
  2. Brava!!!
    Auguroni, DONNA!!!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  3. Per quest'anno ho deciso come gli anni scorsi e tutti quelli a venire, festeggio gli altri 364 giorni! Le consuetudini mi annoiano, tremendamente :)

    RispondiElimina
  4. Missi: tu sì che te ne intendi :-)

    RispondiElimina
  5. Ma dove cavolo sono questi locali, che io finisco sempre a tetaro a vedere cose di donne o dibattiti su donne o performance di donne o mostre personali di artiste donne???
    Paola

    RispondiElimina
  6. Non sono quasi mai uscita per la festa della donna...a branco...ingrifata e scollacciata ahahahahahahahah...!!!!! però mi fa piacere mi facciano gli auguri e mi regalino dei fiori.... ;D

    RispondiElimina
  7. Tutto l'anno evviva la donna!

    ps: ma lo sai che stai bene in versione avatar eheh

    RispondiElimina
  8. guarda che il "cameriere" sfigato la sera a casa l'han mandato ed è stato sotituito da uno cazzuto al quale la 70enne accompagnata dalla nipote oltre a sbirciare nello slip gli fanno ben altro, basta un bicchierino di grappa di quella "bona", un paio di pettorali a lucido e si aprono le gole profonde, il giorno dopo, è duopo, post sbronza aver, negare tutto, tutta colpa dell'alcol, peccato che questa, quella dell'8 marzo non commemori emancipazione della donna verso la zoccola di chiavica ma 129 povere operaie che morirono arse vive, l'8 marzo del 1908, in una fabbrica a New York,assassinate da un incendio doloso dopo giorni di sciopero, festeggiarle dunque con piogge di alcol, sperma, foss'anche felici e sorridenti ingenui scambiandosi ste cazzo di mimose è orribile, è un giorno di lutto che merita rispetto. Per le donne, e per tutti i lavoratori doenne, uomini e bambini che soccombono sotto l'egida di un padrone, un gerarca ingiusto, antropofago, altro che pompe e spionaggi da tardone imbalsamate nello slip del cameriere de centocele, non sapete neanche cosa state festeggiando, o a cosa state rendendo memoria, con un minimo di affetto e rigore... solo se pensaste al modo atroce nel quale son morte.

    RispondiElimina
  9. Anni fa mi tesero una trappola:"dai ceniamo a casa di.. e poi andiamo a bere qualcosa"
    Io accettai dopo ore di trattative in cui le mie amiche giurarono "niente locali con spogliarello"
    Incrociarono le dita durante il giuramento probabilmente ed io mi ubriacai al bancone del locale dando le spalle allo spogliarello ed ad un nugolo di donne con la bava alla bocca e le mani..nel perizoma del ragazzo.
    Per tutta la sera mi domandai..ma l'avranno mai visto un uomo prima?Ma avranno mai sentito parlare di dignità accidenti?
    I cocktail però eran buoni ;)

    RispondiElimina
  10. Non c'è niente da fare: voi donne non sapete gozzovigliare.

    La serata al night, con relativo "pour les artistes" (solo chi li ha frequentati come me capisce cosa intendo) è per gli uomini allo stesso tempo diginitosa e divertente.

    PS: una mia ex fidanzata che ricordo con nostalgia è stata, anni fa, una spogliarellista per l'appunto conosciuta in un night. Ragazza intelligente e serissima, sempre elegante e dalla brillante conversazione, a suo agio negli ambienti più raffinati,  manteneva con la sua attività artistica il collegio austriaco del figlio che aveva avuto giovanissima da uno che era fuggito subito dopo. Devo dire che tra i due ero molto più "allegro" io.

    RispondiElimina
  11. Ma perchè non festeggiare tutti i giorni?

    RispondiElimina
  12. Io non festeggio questa festa...c'è da ricordare cosa significa questa data.
    Quando vedo donne impazzite l'8 marzo, penso che gli altri giorni dell'anno siano incatenate in casa e non possano uscire a mangiare con una amica...o ballare...
    Siamo donne, ok, ma aspetto anche la festa dell'essere umano, se questa festa ha perso di significato.

    Bel blog :))

    RispondiElimina