mercoledì 24 febbraio 2010

Da brivido




Mi piace quando vuoi parlare
a mezza voce senza far rumore, senza nemmeno accendere la luce
perchè c'è qualcun altro che non vuoi svegliare...

E poi mi piace che ti fai sentire
ogni volta è banale ma ti sto a ascoltare
perché è bello dirsi che è normale
vergognarsi appena dopo aver fatto l'amore
dirsi che è normale.

Non ti domandare
non c'è niente da sapere
è che a volte il silenzio ha il suo valore
perché tu sai
che quando non so cosa dire preferisco stare ad ascoltare tanto è inutile spiegare
che ogni mio equilibrio è momentaneo
e la mia anima è veloce
un istante cambia forma alla mia mente
cambia forma alla mia mente.

Mi piacerebbe indovinare
la fonte autentica del tuo piacere
quando mi fissi senza mai fiatare
perché è da tanto tempo che mi vuoi avere
e poi mi piace che mi stai a sentire
per quanto è banale tu mi fai parlare
e la tua voce chiama tante cose
che non so davvero dove cominciare
dove cominciare.

Dirsi che è normale
non c'è niente da capire
è che a volte il silenzio può bastare
perché tu sai
che quando non so cosa dire
preferisco stare ad ascoltare
tanto è inutile spiegare
che ogni mio equilibrio è momentaneo
la mia anima è veloce
un istante cambia forma alla mia mente
cambia forma alla mia mente
cambia forma alla mia mente.

Dirsi che è normale
non c'è niente da capire
è che a volte il silenzio può bastare
perché tu sai
che quando non so cosa dire
preferisco stare ad ascoltare
tanto è inutile spiegare
che ogni mio equilibrio è momentaneo
la mia anima è veloce
un istante cambia forma alla mia mente
cambia forma alla mia mente
cambia forma alla mia mente.

lunedì 22 febbraio 2010

Nullità

E' stata una cosa fugace. Una macchia bianca che rallenta, un dito che non saprò mai  a chi appartiene puntato verso di me.
Io che esco da un parcheggio ed alzo la testa che rincorre i suoi pensieri, vedo lo il lampo delle lenti, lo scatto della testa ad ignorarmi.
Mi volto anch'io. Non ne vale la pena. Ed a un tratto sorrido  e penso: non mi arrivi nemmeno alla caviglia.




lunedì 15 febbraio 2010

Hihihi

In Puglia:

Nonna e nipote davanti alla tv.
"Ma ci ije' stù sport acchessìe violend?". "La nonne, ije' pug'lat!"
"E pe nu gelat s'anna da' tand mazzat?"



giovedì 11 febbraio 2010

Mannaggia

Morgan, non preoccuparti: ti rifarai.

Dopo "Scusa ma ti voglio sposare" , "Bertolaso, scusa ma t'abbiamo sgamato"

Esercito rumeno a Tahiti e non ad Haiti: peccato fosse una bufala, noi italiani avevamo tirato un sospiro di sollievo.... finalmente qualcuno che faceva delle figure di m peggiori delle nostre.

Ma figuriamoci se non c'è libertà di stampa.... disse il giornalista. E proseguì: figuratevi che mi hanno tolto il bavaglio proprio per asserirlo.

Ghedini: so che ne hai due file come gli squali e che la spesa non è indifferente, ma con tutti i soldi che hai rifatti i denti...

Belpietro: "la signora si è confusa, non era Angelucci...." 'A Belpiè, ma com'è che da un pò di tempo a questa parte tutto ciò che vi riguarda è un equivoco o un complotto?