giovedì 28 gennaio 2010

La memoria corta

E' un bene che si ricordi il male.
Quello che i nazisti hanno fatto agli ebrei è atroce ed il giorno della memoria non è come la festa della donna: inutile.
E' una giornata in cui anche la retorica serve a ricordare l'orrore che milioni di persone hanno vissuto, diretta od indirettamente, tanti anni fa.

C'è gente che non sa manco cos'è accaduto ieri a casa sua, che vive inseguendo l'ennesima macchina da svariate decine di mila euro, che sarebbe capace di stendere un pedone pur di non tardare al lavoro, che si ubriacano sistematicamente tutti i week end, che trascurano gli affetti in nome della carriera e del denaro.

Queste emerite teste di cazzo, con il fare, l'atteggiamento, le parole, sono dei nazisti ed inneggiano, da invasati, a Mussolini ed a un tempo che fu, a detta loro, meraviglioso.

E siccome si diceva, ed alcuni ne  vanno fieri, occhio per occhio, dente per dente, per la miseria, io li deporterei un annetto ad Auschwitz.



 

7 commenti:

  1. L'ignoranza è il pericolo peggiore. Ho sentito gente (giovani) dire: "Ma in fondo cosa ha fatto di male Mussolini? Tutti i politici fanno cose buone e cattive".

    PS: scusa per il commento precedete: era il mio browser a non andare (o meglio, il sottoscritto).

    RispondiElimina
  2. Concordo con ffwe...

    Ti auguro un felice uicchend...

    RispondiElimina
  3. E' così tanto "male" quello fatto, così tanto doloroso il ricordo che davanti a taluni incapaci di comprendere si resta senza parole...questo e le altre decine di olocausti ed i tanti interminabili massacri a cui spesso assistiamo in silenzio o per infinita ignoranza o per infinita stoltezza.
    Ultimo [ma nn l'ultimo] quello di Haiti con il massacro di quasi ventimila haitiani su ordine del dittatore Trujillo, nel '37...uomini che nn si ricordano che "per caso" in un momento diverso e grazie al dio terremoto.
    Speriamo che il ricordo ci conduca ad evitare altri olocausti ed altri massacri perché questo è l'unico modo per renderlo utile.

    Buongiorno Pit :)

    RispondiElimina
  4. quando ero bambino pensavo " chi mai ha potuto pensare di fare un simile abominio " ora che sono grande vedo di quei deficienti in giro che temo possa succedere ancora.

    RispondiElimina
  5. Io li deporterei per un solo giorno, ma all' inferno. Giusto un a/r.

    Si tende a generalizzare, etichettando, quando si parla della guerra, e dei suoi crimini. Ti posso però assicurare che quanti sapevano realmente cosa stesse succedendo dal '38 al '45 erano ben pochi, anche se questo non li giustifica. E noi? Di oggi, crediamo di saper tutto? Anche quello che non ci viene detto, e tenuto nascosto? Piuttosto, ciò non vogliamo sentire? Il terreno deve essere arato, ben Sette volte, per far penetrare l' acqua!

    RispondiElimina
  6. ...piuttosto, se non vogliamo sentire?.. senza ciò!

    RispondiElimina
  7. sei troppo buona.
    io li appenderei per le palle.
    tutti.

    eppure se proliferano il motivo c'è ed è ben semplice.

    RispondiElimina