giovedì 17 dicembre 2009

Pericolo radiazioni


Voglio dire ad ANONIMO che è bello sapere che c'è qualcuno che mi pensa.

Bravo/a, hai costanza e verrai premiato/a!

E, mi voglio rovinare come dicono i venditori, te ne dico anche un'altra: se chi c'è dietro i commenti anomini è qualcuno di quelli che penso, ti capisco.

 



Ci dev'essere, in quella zona, una specie di fuoriscita di imbecillaggine, tipo... radiazione di idiozia allo stato puro superiore alla soglia massima che il cervello umano può sopportare, che fa sì che i vari dipendenti di cantine, salumifici e produttori di confezioni varie, siano stati gravemente contagiati e che soffrano di coglionite acuta. Guarda che puoi fare causa per danni da lavoro, sai?





Comunque siete in buona compagnia, non a caso c'è spesso il connubio vinello e mortadella... una Favola!







Comunque, statevene nella vostra melma, non rompete le palle su questo blog oppure fatelo firmandovi.  

Copio/incollo lo sfogo di una mia ex alunna di spagnolo, che adesso lavora a Londra e che, un paio d'anni fa, era impiegata presso un'azienda vicina ad mio ex posto di lavoro:

 



"Ho potuto vedere e sperimentare, sulla mia propria pelle, quanto l'essere nelle grazie dei capi, e non tanto dei capi supremi, perche' quelli neanche ti guardano (di solito non sanno nemmeno che esisti...), ma piuttosto quelli "di mezzo", sia molto piu' importante che essere bravi! L'importante e' che tu faccia quello che loro vogliono e li metta su un piedistallo... E' successo anche a me. E' gente che non accetta di mettersi in discussione e di imparare qualcosa (e infatti, ci sono aziende che falliscono, per merito di questi capi eccellenti, che sanno tutto loro...)
Purtroppo pero' c'e' bisogno dello stipendio...
La cosa peggiore, poi, sono i colleghi che lavorano contro... Quando si sentono "capetti", ci tengono a tenere gli altri sotto pressione. Forse per dimenticare che, a piani piu' alti, devono leccare i piedi e farseli mettere in testa... A me e' capitato piu' volte, non ti dico lo schifo che mi fa certa gente falsa e leccapiedi dei capi... Plastas de m..... E anche a me e' successo esattamente come a te, di essere messa alla porta dalla sera alla mattina, e nonostante le mie richieste, fatte con estrema tranquillita' e buona educazione, di darmi delle spiegazioni per questo gesto, mi sono sentita dire solo fanfaronate (o meglio, str...ate) tipo "mah, cosi', in generale, sembra che non si sia inserita nelle mansioni, nell'ambiente..." e a quel punto io ho risposto che quella non era una risposta, visto che non voleva dire niente, e che si spiegassero meglio, e il risultato e' stato che si stavano anche alterando... La lettera in cui mi si comunicava che il mio periodo di prova non aveva avuto esito positivo non l'ho firmata (non possono obbligare la persona a farlo). Certo, e' stata una bella presa per il c... quella di chiamare "periodo di prova" quello che di fatto sara' solo un periodo in cui ti tengono per un picco di lavoro, ma ti assumono come dipendente con periodo di prova, perche' cosi' non pagano i costi dell'agenzia interinale e tu non cerchi un altro posto nel frattempo, perche' pensi di averne trovato uno fisso!

All'epoca avevo avuto sospetti che fossero state due mie colleghe di allora a riferire cose non belle sul mio conto al capo, perche' lui non c'era mai in ufficio e queste due erano il suo riferimento. Il capo non aveva una mezza idea di quello che facevo io in ufficio, tant'e' vero che credeva che io stessi lavorando prevalentemente con queste due, mentre io lavoravo prevalentemente con altre colleghe, questo per dire quanto ne sapeva di quello che si faceva in ufficio!
Inutile specificare quanto erano ruffiane con il capo, del quale poi sparlavano con gli altri colleghi... E avevo notato che queste due non mi avevano in simpatia... In poche parole, per conto mio sono andate a raccontargli delle str...ate loro.
Comunque, per fortuna si tratta di cose passate..."


M.

 

6 commenti:

  1. guarda, non so dove abiti ma quando lavoravo nella filiale cittadina di una nota azienda di bricolage....mi è capitata la stessa cosa.

    periodo di prova ma direttamente assunta da loro. mi mettono un imbecille ex sciampista (massimo rispetto per le sciampiste eh ma se una è sciampista può ambire a diventare coiffeur non a esperto di vendita del settore decorazione eh- anche sempre di decorazione il coiffeur si tratta ma è un altro campo) come neo superiore, migliore amica della direttrice. Ovviamente l'imbecille con il muso di bronzo da spaccare a martellate si fida ciecamente di consigli del tipo: "cazzia tutti a prescindere"

    alchè un giorno cazziata a prescindere le ho risposto e tempo 3 ore licenziata in tronco...

    con la scusa della prova
     ma oh io la lettera l'ho firmata... e uscita di li ho brindato....lei ovviamente non si è fatta trovare....

    bahhh

    RispondiElimina
  2. Odio gli anonimi...

    un sorriso SuperPit

    RispondiElimina
  3. Quanta pazienza ci vuole, ma alla fine risolverà tutto,
    Ti auguro di cuore!!!!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  4. Condivido, anche se non sono addentro alla situazione, ma in tutte le aziende pare vada nellla stessa maniera.Inclusa qualla per cui lavoro.
    I meriti non servono. E poi mi vengono a parlare di Brunetta e meritocrazia.. ma vavvavav!

    RispondiElimina
  5. [...] " ...Non sarò io ad insegnarvi che avete molti nemici ,
    i quali non sanno perchè lo sono ma,
    come cagnacci di villaggio,
     abbaiano quando gli altri lo fanno"

     [William Shakespeare - Enrico VIII]

    Baci Pit, buona fine settimana :)

    RispondiElimina