mercoledì 9 settembre 2009

Giornata contro la violenza sulle donne


Una rosa bianca, simbolo del candore del mondo femminile, che degrada verso il nero perchè avvelenata dalla violenza contro le donne: parte oggi la campagna di comunicazione "Respect women Respect the world" in occasione del G8 delle donne. La Conferenza internazionale sulla violenza contro le donne, a Roma il 9 e 10 settembre, è promossa dal dipartimento per le Pari Opportunità, insieme al ministero degli Affari Esteri, nell'ambito delle iniziative della Presidenza italiana del G8. A inaugurare l'evento, mercoledì 9 alle 9 alla Farnesina, sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Seguiranno poi gli interventi del ministro degli Esteri, Franco Frattini, del ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, del Premio Nobel Rita Levi Montalcini e del vice segretario generale delle Nazioni Unite Asha Rose Migiro. Confermate anche la presenza dei ministri di Spagna, Aido Almagro, Regno Unito, Eagle, Canada, Guergis, Turchia, Aliye Kavaf, il segretario generale ad interim del Consiglio d'Europa Maud de Boer-Buquicchio, e ministri provenienti da numerosi Paesi africani. È anche prevista la partecipazione di una delegazione di donne afghane, esponenti della politica, della cultura e della società civile. Il bianco, scelto come simbolo della donne, sarà il colore della Conferenza. Per questo il ministero delle Pari Opportunità invita gli italiani a manifestare solidarietà a tutte le donne vittime di abusi e violenze, indossando il 9 e il 10 qualcosa di bianco.

9 commenti:

  1. Bisogna lavorare sulle coscienze, a cominciare dalla propria.

    RispondiElimina
  2. ehi tesoro ti ho votata
    ma in che categoria stai??
    un bacioooooooooooo

    RispondiElimina
  3. Voi vi lamentate perché le donne vengono molestate; io mi lamento perché in giro non trovo donne che valgano la pena di essere molestate.

    RispondiElimina
  4. Bella iniziativa, ma incompleta...come tante altre iniziative, una bandiera che sventola inutile al vento...perché il rispetto è spesso una cosa che nn si dice, che nn viene mai detta...che alberga semplicemente nella nostra mente.
    L'Italia, in materia di Pari Opportunità, occupa il 67° posto nella classifica mondiale, davanti a lei il Kenia e il Sudafrica.
    Mi piacerebbe ricordare, oggi in particolar modo, visto che le ricorrenze sono fatte anche per questo, l'oltraggiosa polemica portata avanti nn molti giorni fa nei confronti di Caster Semenya, medaglia d'oro negli 800 metri ai Mondiali di atletica di Berlino...donne contro donne e la violenza del sospetto, quella del pensiero e quella delle parole.

    Baci Pit :)

    RispondiElimina
  5. Cara Missi, la polemica riguardo all'atleta non pare tutta campata in aria...

    Pare che non abbia utero e ovaie, ma testicoli maschili interni.

    Insomma, una donna con le palle, per davvero.

    Avendole dentro non rischia spiacevoli incidenti che turbano la tranquillità di noi maschietti durante le pratiche sportive, ma ci sono...

    RispondiElimina
  6. Caro Beerbohm, le indiscrezioni del Daily Telegraph nn sono state confermate e comunque la polemica sull'atleta sudafricana può anche nn essere del tutto "campata in aria" ma il fatto resta e nn sminuisce affatto l'oltraggio e l'offesa che le sono stati rivolti....anzi, in un certo quel modo li aggravano.

    Se ti rivolgessi a qualcuno con modi agressivi, urlandogli in un orecchio:
    "Nn mi senti?? sei sordo??"
    e quello si rivelasse effettivamente un nn udente, sarebbe giustificato il tuo modo di fare solo perché l'uomo in questione nn ci sente davvero??

    Buona fine settimana Pit, baci :)

    RispondiElimina