lunedì 21 settembre 2009

Baciamo le mani


Non è vero che la crisi è finita.


Dice: buongiorno! Ma và?

Ok. Siete più svegli di quanto pensassi.

Secondo: non è vero che la crisi ci ha danneggiati. Non tutti.

Ha danneggiato la gente onesta, i lavoratori, la classe media che sta diventando la classe povera. Questi ha rovinato.

La crisi non è altro che il risultato di tutte le dilazioni che ci eravamo accollati con nonchalance pagando in comode rate a partire dal quinto anno dopo l'acquisto. C'è piaciuto, ce l'hanno inculcato, c'è sembrato potessimo avere tutto e l'abbiamo presa in quel posto.

Ben ci sta a tutti.
images1

Adesso, specie in Italia, la stragrande maggioranza dei datori di lavoro che ancora riesce a stare a galla tiene i lavoratori rimasti per le palle ed ormai tra tutti serpeggia il seguente schifoso concetto:

"C'è la crisi: il datore di lavoro ha il coltello dalla parte del manico. Qualsiasi cosa mi cheida, anche se non lecita, anche se mi porta a fare una vita disumana, devo obbedire. Perchè mi ha fatto capire che là fuori, se vado via io, ci sono altri cinquanta che premono per entrare alle stesse condizioni".

Tutti i diritti, le lotte dei nostri nonni e genitori, azzerati.

Complimenti agli italiani.

Ah: Malgioglio, come va la relazione tra tua madre ed il cammello? E' soddisfatta finalmente?

12 commenti:

  1. A lungo andare il pessimista puo' avere ragione. Ma fino a quel giorno, l'ottimista fa un viaggio piu' piacevole
    D. Reardon

    RispondiElimina
  2. La crisi non è finita? ma daiiiiiiiii....

    Un bacio

    RispondiElimina
  3.  Ho scritto ma nn leggo il commento, ci riprovo dopo :)

    Intanto buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  4. O.T.: ho scritto un post dal titolo "Servono a qualcosa i blog?".Ti invito a leggerlo ed eventualmente a commentarlo.
    Ciao a presto.

    RispondiElimina
  5. Amo consumare, a parte il matrimonio.

    RispondiElimina
  6. Missi sei un'economista. Ti conferisco la laurea ad honorem.

    RispondiElimina
  7. Grazie Pit ma ti garantisco che nn sono un'economista, le legge dei mercati mi affascina e mi piace molto imparare i piccoli segreti che nasconde...per tutto il resto ho imparato [mai termine fu più adatto] a "mie spese"! ;)

    Baci, buona fine settimana :)

    RispondiElimina
  8. esistono anche altri paesi e non tutti i lavori sono così. chi ha cervello (quindi la minoranza degli italiani...) intenda... ^^

    RispondiElimina
  9. Io ci ho provato a chiedere l'asilo politico in Germania, ma mi hanno riso in faccia.

    RispondiElimina
  10. La crisi non è finita: non c'è mai stata. Chiedi a Berlusconi! :D

    RispondiElimina
  11. la crisi fa parte del sistema capitalistico,il muro di Berlino non è stato buttato a terra per fare un favore ai popoli,ma per fare un favore al capitalismo selvaggio,tant'è che dopo il crollo del muro molti capitalisti hanno avuto l'opportunità di traslocare le loro aziende in quei paesi dell'est dove il lavoro costa meno,sfruttando altri lavoratori,e creando disoccupazione in Europa,quindi gli stessi stati occidentali che inneggiavano alla caduta del muro,sono gli stessi che hanno permesso ad Israele di costruirne un altro più alto,quindi............!
    Dopo un colpo così grosso all'economia sociale da parte delle banche e del capitale,ci aspettavamo tutti un inversione di marcia a 360° riscrivendo le regole del gioco,ma così non è stato,i paradisi fiscali sono sempre li protetti,anzi aiutati a ripulire il denaro sporco dallo SCUDO FISCALE grazie anche al PD con le sue assenze in fase di votazione parlamentare.
    La crisi la pagheremo noi!! classe operaia ecc.
    Quando la POLITICA saprà sganciarsi dalle lobby capitalistiche,allora ne potremmo riparlare.
    Con l'attuale classe politica parlamentare non c'è via di scampo.
    salutisinistri

    RispondiElimina