mercoledì 15 luglio 2009

Che mi metto?

Stavo guardando su Rai1 una trasmissione modello Forum. Non so se i protagonisti fossero veri o meri attori, fatto sta che la storia era plausibilissima. Cose che capitano.


Due coniugi separati da un anno con un bimbo di cinque affidato ad entrambi. Lei cerca lavoro da due anni ma non è amcora riuscita a trovarlo, quindi decide di tarsferirsi in Germania dove suo fratello ha un'attività della quale potrebbe far parte.


Il marito, ovviamente, si oppone e nega il consenso all'espatrio del figlio, di più, chiede che lei abbandoni l'idea balzana in quanto non gli va di diventare un papà a distanza.


Io ho fatto una considerazione prima di dar ragione a lui: noi donne abbiamo le idee molto confuse, o meglio, pretendiamo tutto. Vogliamo essere equiparate agli uomini che lavorano e che con nonchalance lasciano i figli alle mogli senza farsi alcuno scrupolo, che lavorino dietro l'angolo o che si debbano trasferire in Madagascar, e vogliamo fare le mater misericordiae, quelle che non possono vivere senza i figli, quelle di cui i figli hanno assoluto bisogno per vivere.


E' necessario, care donne, che ci si decida facendo far pace ai neuroni, una volta e per tutte. Gli uomini hanno meno problemi perchè questa scelta l'hanno già fatta da sempre.


Siamo noi, ancora una volta, l'eterne indecise che si complicano la vita.


O lavoratrici madri senza la pretesa della santità o madri senza la pretesa del doppio carpiato all'indietro. Non è umanamente possibile.



Nemmeno se si è donne. 



 


 


 


 


POST NEL POST


ECCO UN'ALTRA DONNA ETERNAMENTE CONFUSA:





L'AVETE VISTA NEL SUO FAZIOSO PROGRAMMA DI RAI DUE DI STASERA?


MA CHE PESCE E', BELLA?  PROPRIO LEI  CHE SPUTA FUOCO E FIAMME NELLE SUE INTERVISTE PER DELLE CAZZATE, STASERA SI E' MESSA A FARE LA DUBBIOSA E COLEI CHE DIFENDE IL PREMIER  CONTRO QUELLI DI ANNO ZERO CHE, A SUO DIRE, RIFERIVANO SOLO DEI PETTEGOLEZZI.


HA DATO A VERONICA, VELATAMENTE, DELLA MOGLIE UN PO' COSI', DICENDO CHE LE COSE CHE DICE UNA MOGLIE... SAI COM'E'...


ALLA FINE HA DECRETATO CHE SARANNO I TELESPETTATORI A GIUDICARE CHI PIACE E CHI NO.


BE', LEI MI PIACE DAVVERO POCO ORMAI, SIGNORA BIGNARDA... BIGNARDI, SCUSI.

7 commenti:

  1. interessante il tuo punto di vista sulle mamme
    a presto

    RispondiElimina
  2. interessante il tuo punto di vista sulle mamme
    a presto

    RispondiElimina
  3. Le donne devono essere le uniche artefici del proprio destino...solo così saremo libere!!

    RispondiElimina
  4. Sul primo argomento mi astengo...nn conosco le ragioni dei due :)
    Sul secondo, ho deciso da molto tempo di nn accendere la TV ;)

    Buona fine settimana Pit :)

    RispondiElimina
  5. Sul primo argomento mi astengo...nn conosco le ragioni dei due :)
    Sul secondo, ho deciso da molto tempo di nn accendere la TV ;)

    Buona fine settimana Pit :)

    RispondiElimina
  6. Missi: l'accendo poco e niente anch'io. Adesso forse è il caso di fare una scelta drastica. Ho constatato come nell'ultimo anno sia nettamente peggiorata.

    RispondiElimina
  7. A me la Bignardi non è mai piaciuta... troppo snob

    RispondiElimina