giovedì 26 marzo 2009

Le massime di Massimo

 


 


    Il mio capo dice:


 


-          non son tutte rose e viole


-          per mari e per terra


-          non hai capito (e non “non mi sono spiegato”)


-          non spiaccica una parola


-          fai uno sghiribizzo (scarabocchio)


-          non gli fai uno sfavore


-          parlando dello scotch:  è roba buona… silent…


-          tornerete qui ed avrete il sorriso che vi squilla


-          non faccio i conti al vento


-          ad un certo punto c’era uno sbivio


-          veloce come il sole


-          si fa fatica a far risultare un cielo azzurro quando ci sono delle nuvole


-          smorzare gli angoli


-          è come dare testate contro una montagna


-          a chi gli dice “ a far del bene lo prendi nel c…” lui risponde “io sono aperto da tutte le parti”



... eppure ora che non è più il mio capo... quanto mi dispiace...

3 commenti:

  1. Le idee un pò confuse, ma ha capito il senso :)
    Mi spiace che ti manchi, ma è così che vanno le cose. Accade sempre ed accade a chiunque..è la mancanza a renderci consapevoli.

    Buona giornata Pit :)

    RispondiElimina
  2. Che dire...è un uomo che è riuscito ad elaborare un linguaggio tutto suo, e dalla dura lotta con la lingua italiana ne è uscito vincitore con un prodotto comunque affascinante e comprensibile. ARTISTA

    RispondiElimina
  3. che dire,
    ognuno parla come puòle
    :-)

    RispondiElimina