venerdì 6 febbraio 2009

PIANGE IL TELEFONO

Qui da noi è fallita l’ennesima azienda: un salumificio storico. Decine di persone a casa a fare la calza.


Peccato che fare la calza non renda e che, per quanto gli ex dipendenti abbiano potuto arraffare mortadelle e prosciutti prima dell’inevitabile licenziamento, non potranno camparci in eterno.




 


Qui in Italia sta fallendo la democrazia. E non c’è nessun insaccato da sgraffignare, ma solo calde lacrime da versare… Wow che rima! Garcìa Lorca fatti in là!


 


Non mi piace l’aria che tira. E non parlo dei venticelli di fine inverno. Parlo delle tante cose che, come vi sto già anticipando da un po’, ci stanno venendo mancare. Ma mi sa che la cosa è ancora più grave e me ne rendo conto ogni giorno di più.


 


Ieri sera, a casa di Santoro, ci “spiegavano” la nuova legge sulle intercettazioni che vorrebbero far passare. Il problema di queste trasmissioni, al di là del divismo e dell’eccessiva ostentazione della propria imparzialità dei presentatori, è che non ci si capisce niente.




 


Sembrano tante scimmie urlatrici che cercano di coprire gli schiamazzi delle altre. E quelli che portano avanti le proprie argomentazioni con garbo perdono forza davanti alla prepotenza dell’avversario.


 


Per capire meglio come davvero stanno le cose, bisognerebbe che inventassero un programma nel quale una fazione e l’altra espongono le proprie convinzioni separatamente, ognuno entrando in studio quando è il proprio turno per ribattere ed esporre. Una sorta di entra ed esci dallo studio televisivo. Nessun presentatore. Magari un’unica voce che, allo scadere dei, toh, dieci minuti per volta di ognuno (con una tolleranza di una manciata di secondi per far finire il concetto), dica “che entri il signor….”.


 


Utopia? E perché? Io sto cominciando a perdere le speranze che la gente capisca cosa sta succedendo, come ci vedono all’estero, in quale budello economico e sociale ci siamo infilati. Ieri sera c’era uno squalo con una tripla fila di denti che a momenti  mi convinceva. Peccato che io abbia un cervello che funzioni, ma nel nostro malandato paese la maggior parte delle persone sono ignoranti e stupide. Guardatevi intorno. Qui non è questione di credo politico, ma cazzo, come si fa a non vedere l’evidenza? Come si fa ad accettare le leggi razziali che vogliono far passare? Come si fa a non capire che vogliono limitare le intercettazioni perché a qualcuno conviene?


 


Ma perché la buttano sulla privacy? Ma cosa vuoi che mi freghi se m’intercettano le telefonate? Non ho niente da nascondere, alla seconda che ascoltano, sai gli sbadigli!


-         Sì, Anna, pensa che hanno le ballerine con lo sconto 30!


Oppure:


-         Ciao amore, ci vediamo alla solita?


O:


-         No, non si comincia a bere così giovani. Fa male, fa andare in pappa il cervello.


O:


-         Mamma, va bene, quando arriva l’olio di Ruvo di Puglia, te ne do un paio di litri.





Interessantissimo.


Allora, dài, oscuriamo tutte le telecamere a circuito chiuso che ci sono in giro, i pagamenti bancomat e carta, internet, le raccomandate, i telegrammi…


Come? Ah… ci stanno già pensando.

15 commenti:

  1. Ma l'avvocato che parla uguale al nano?
    Quello mi fa tanto innervosire e infatti dopo un pò ho cambiato canale...

    ciao pit-pit

    Ma sei parente del famoso attore Brad?
    (che stupidaggine ho sparato)

    RispondiElimina
  2. No, di Susanna tutta panna: pitun pitun pà!

    RispondiElimina
  3. l'anno scorso sono andata a vivere per qualche mese in francia. Al ritorno ero terrificata, non riuscivo ad aprire un giornale o ad accendere la televisione... é stata una sensazione bruttissima, non vedevo l'ora di scappare via di nuovo....

    RispondiElimina
  4. Non vogliono essere intercettati, non vogliono essere spiati per intralazzare in totale libertà. Quella libertà che giorno dopo giorno, lentamente e dolorosamente, stanno togliendo a noi.

    RispondiElimina
  5. Chi nn vede o è cieco o è in malafede...spero qualcuno recuperi miracolosamente la vista anche perché mai come oggi è stata messa in gioco la democrazia. Temo sia un crescendo, siamo ormai lo zimbello del Mondo.


    Buenas tardes Pitunpi ;)

    RispondiElimina
  6. ..io non ho da nascondere niente, ma non vorrei che ascoltasse le mie telefonate,
    per il rispetto per il mio praivasi (si scrive cosi ? :-)
    un sorriso e
    buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. il problema non è ce la gente non capisce...il problema è che la ente non viene messa nella condizione di capire. Troppo GF e reality, ma anche tanta disinformazione...la politica è gridata e va avanti a forza di slogans...una furbata visto ce sono proprio gli slogans che restano in mente e determinano l'orientamento dell'opinione pubblica.

    RispondiElimina
  8. Non ho seguito Santoro. A parte i tg, ho deciso di non accendere più la tv, almeno fino a quando si convinceranno che non siamo maiali, ai quali puoi dare in pasto di tutto... con tutto rispetto per i maiali!
    Preferisco leggere, lo trovo più costruttivo.
    Qualcuno ha parlato di avvocati. Non vi sembra strano che tutti gli avvocati che perorano le Sue cause li fa eleggere?
    Scusate, sono sfinita, e convinta anche che il caso Englaro venga ancora deterupato. Sono sicura che se lor signori vogliono, le leggi le fanno in un giorno.
    Ehi, mi piace come scrivi, sai ironizzare, il che non è male.
    PS ti ho risposto sul mio post

    RispondiElimina
  9. Ti lascio un link:

    http://www.elpais.com/articulo/sociedad/Intento/golpe/elpepusoc/20090207elpepisoc_3/Tes

    Quel che noi facciamo fatica ad ammettere altri già lo affermano.

    RispondiElimina
  10. Di sicuro non vogliono farci capire una mazza. Il 95 % degli italiani non ha la minima idea di cosa sia un "G.I.P.", che i giornalisti tra l'altro scrivono "gip", come fosse loro nipote. No, non vogliono farci capire proprio un c**** di niente...

    RispondiElimina
  11. Missi: grazie, ho appena letto.
    Ho trovato particolarmente interessante questo articolo spagnolo perchè anch'io mi sono chiesta dov'è l'Europa e come può permettere tutto questo.

    RispondiElimina
  12. Veramente delle intercettazioni non interessa nulla neanche a me. Le mie telefonate sono simili alle tue, solo che io chiedo se il bambino resta a cena da me, se lo devo accompagnare al catechismo o in piscina. In quanto al problema immigrazione, vedo le cose in maniera diversa. Concordo che non è giusto che gli immigrati vengano denunciati dai medici, ma una bella presa di posizione contro gli illegali credo sia necessaria. Chi non ha lavoro è sempre preda della delinquenza, e noi tra spacciatori e mafiosi ne abbiamo già troppo in casa nostra.

    RispondiElimina
  13. Io in TV guardo solo i "Pacchi vostri", i TG24 di Sky e ascolto le ultime notizie su Radio Capital.
    Concordo con te sulla delicatezza del momento storico che stiamo attraversando e ne sono preoccupato, ma irrazionalmente spero in un miracolo che spazzi via tutti i malvagi che hanno preso il sopravvento sulla società civile. In fondo la vita è perfetta perchè esiste la morte che la conclude. Sicuramente arriva per tutti, spero prima a quegli altri che a me! (ah,ah).
    Ciao ^Å^

    RispondiElimina
  14. E tu l'olio lo fai venire da Ruvo di Puglia?
    Io invece sono quarant'anni che lo faccio venire da Paolo del Colle.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  15. Nonno Lele: Palo del Colle non Paolo...

    RispondiElimina