mercoledì 28 gennaio 2009

Mado' che palle!

Sì, è vero. Sui propri blog uno può scrivere ciò che vuole. E fin qua ci siamo. 


Oggi non sono al lavoro causa bronchite. Non sapevo di averla, ma il mio doc m'ha detto che, addirittura, è acuta. E vai con l'antibiotico.


Gironzolando qua e là per blog, soprattutto tra quelli che sono nella cartella Preferiti, mi son fatta du palle che non avete un'idea. Ora: non dico di essere la più perspicace, divertente, originale tra i blogger, ma escludo di essere una pizza.


Ci sono quelli con le poesiole. Belle, eh, ma cazzo tutti i giorni! Che uno poi non sa cosa vuol dire, cosa vuole comunicare. Versi strazianti, sembrano richieste d'aiuto. Se chiedi cos'hanno non ti rispondono. Troppo eterei... non puoi capire...no! (appoggiati allo stipite della porta con il braccio sulla fronte) salvati tu...io resto qui... Insomma, i polpettoni di Mario Merola gli fanno 'na pippa.



Poi ci sono i dissacratori. Ne ho beccato uno che asserisce di non sapere cosa si festeggia nel giorno della memoria. Indovinate cosa gli ho detto?


Tra questi, ci sono quelli che mandano a fanculo tutti, vorrebbero vedere tutti morti, se fai un commento ti dicono che tua madre....ci siam capiti.



E ci sono quelli che ti raccontano per filo e per segno la cosa più banale: apro il frigo che cigola perchè ha otto anni (ricordo quando mio padre lo comprò ai grandi magazzini con lo sconto 20), e si accende la luce dentro. Il salame è lì e sembra quasi invitarmi. Vicino al salame, giace la mortadella e, di fianco, la caciotta. Ma non quella affumicata, no, quella naturale, a pasta filante.


Oppure sono quelli che vanno di "e lui m'ha detto", "ed io gli ho detto", "ma lui m'ha risposto", " al che io non ho potuto non  fargli notare"...


Cioè, io non le ho, ma le avessi, se me le mettessero in frullatore, garantito, preferirei. Piuttosto.



Infine ci sono quelli che hanno il blog rapace: devono cuccare. Sono in internet 24 ore su 24. Come fanno non si sa.



Tra i rapaci, ci sono quelli che vogliono riconquistare l'ex e hanno fatto in modo che qualcuno gli abbia passato l'informazione. In questi blog ti senti come un imbucato ad una festa: senza invito. E' un dialogo tra il mollando ed il mollatore. A volte è un monologo. L'ex non visiterà mai quel blog. Di quello che dice o fa il blogger suo ex non gliene può fregar de meno.




 


Okay. Tenete pure il blog che volete. Ma permettetemi, ogni tanto, di sbadigliare.



P.S.: dopo questo post, si accettano  commenti sul mio blog con  serafica rassegnazione.


 

32 commenti:

  1. E' un blog che mi piace!

    ps.: snow in versione live rara da un dvd pubblicato in pochissime copie! il massimo :-)

    RispondiElimina
  2. io sono quella a chi piace a poesieggiare,
    lascio aperta la mia porta per poter entrare , o uscire, spontaneo!!!!
    è un modo di communicare,
    senza pretese...
    io!-
    e tu?
    un caro saluto e
    serena settimana :-))))

    RispondiElimina
  3. Ciao Pitunpi
    una domanda: dal post posso dedurre che il mio blog ti piaccia?

    scherzavo, so già la risposta.


    Xunder

    RispondiElimina
  4. Eh lo so che qualcuno se la prenderà, ma il post, e lo dico per tutti quelli che si sentiranno chiamati in causa, va letto con attenzione e non preso come una critica tout court.
    Chi scrive poesie, deve capire che non sarà capito. Non da tutti, almeno.

    Xunder: chi non è tra queste tipologie... a me me piace :-)

    RispondiElimina
  5. dimenticato!!!!!!
    latte e mieleeeeeeeeee!
    la bronchite ti pianta :-)
    un sorriso
    e guarisci in fretta!!!!

    RispondiElimina
  6. Ho riso dall' inizio alla fine, mi fanno ancora male le ganascie, sei fantastica.
    Nessuno avrebbe espresso gli stessi pensieri in quel modo.
    Al prossimo post!

    RispondiElimina
  7. acc.... io in che gruppo sono?

    RispondiElimina
  8. Princy, il tuo blog è vario. Non ci sei nei gruppi. Spiacente.

    RispondiElimina
  9. Le bronchiti a volte diventano polmoniti.
    Auguri.

    RispondiElimina
  10. Dep: dicono che i tumori colpiscano maggiormente gli uomini.

    X gli altri: tipico esempio di dissacratoris dissactratum.

    RispondiElimina
  11. Acuto e divertentissimo post, al di là di quello che puoi pensare del mio blog...sei una forza!!

    RispondiElimina
  12. Sono una delle più fedeli sostenitrici dello sbadiglio ;)


    Buona serata :)

    RispondiElimina
  13. Tutti moriamo prima o poi.
    L'importante e' esserci.
    Pero' chiedendo permesso, mi tocco.
    Ossequi e ripassi un po' il latino.

    RispondiElimina
  14. Guarda che sei Dep non Deep :-)

    RispondiElimina
  15. Il precedente commento era per GcomeGigio...Giorgio Giorgio scusa:-)

    iNessuno: blog super, lo sai.

    RispondiElimina
  16. Ho notato anche io questa cosa, imputando spesso a me stessa la colpa di essere troppo insofferente. Fatto sta che è tremendamente difficile trovare un blog che, leggendolo ci si sente "compresi" ma soprattutto non soli!

    RispondiElimina
  17. Certo che se la bronchite ti fa questo effetto! Ne hai affettati un bel pò di questi blog, a me quello che dà particolarmente fastidio sono quelli che ti mandano poesie che non c'entrano un'emerita ceppa su quello che hai scritto quel giorno, avvolte sono poesie talmente tristi da indurre anche la persona più ottimista a buttarsi dal trentesimo piano!
    Buona giornata e auguri per la tua salute, mantieniti in forze mia cara.
    Nino

    RispondiElimina
  18. Ne ho fatta scappare una che gira per tutti i blog con le sue foto enormi di donne semi nude e con delle pretese di poesie orrende, che non aggiungono niente e spesso non c'entrano niente coi post.

    RispondiElimina
  19. Serata di cinema della coinquilina :-)

    un salutone

    RispondiElimina
  20. mìììììììì.....quanto ho riso!!!!!!
    Però mi hai anche fatto riflettere....sai che non so come il mio blog sia visto??? Sarà che lo considero un contenitore dove butto alla rinfusa quello che mi passa x la testa...in fondo lo scrivo x me.....
    Ciauuuuuu

    RispondiElimina
  21. Comm.n.20. Penso sia la stessa che ho fatto scappare io. Credo si sia offesa perchè ho tolto una foto che usciva dalle colonne del Blog con una donna quasi nuda. Non è per moralismo, ma se non c' entra non c' entra. Ciao

    RispondiElimina
  22. Pitumpi!!! chi dici tu....so chi è...la mia amica le ha dedicato un post!!! ahahahaha!!!!!O.o
    E' scappata via anche da me e anche a gambe levate!!!!:DDDD

    ***

    RispondiElimina
  23. quale vecchio tenutario di un blog assolutamente palloso ed inutile, concordo...:-)

    un saluto
    mario

    RispondiElimina
  24. Pitumpi!!! Dici che è meglio il mal di denti, che non il mal d'amore???:DDD
    Hai visto? Ho messo una bella poesia....di quelle che piacciono a te:D
    Buongiornoooooooo!!!!!!!!!!!!!***

    RispondiElimina
  25. Mi hai fatto ridere con questo post :-)..ma in fondo ognuno è libero di scrivere sul proprio blog quello che vuole..basta che non sia volgare..
    Un abbraccione.

    RispondiElimina
  26. Sei una bella sagoma, però!
    Almeno mi sono divertita, ho sghignazzato da matti. Sai che ti dico cercati un blog per te e lascia stare quelli che ti rompono. Ognuno fa quello che vuole, a casa sua, no?
    Passa una serata serena, bronchite a parte.
    Ciao contestatrice umoristica.
    Annamaria

    RispondiElimina
  27. Mi sono divertito un sacco a leggere il tuo post. Certo, c'è chi potrà sghignazzare sui nostri, ma che vuoi? E' la vita.

    RispondiElimina
  28. Io uso dire che la blogosfera è come un acquario di pesci. C'è quello dal colore più vivido, quello smorto. Quello che si nasconde e quello che non si ferma mai. Quello grosso e quello piccino piccino. Ma siamo tutti muti, in fondo. Qualcosa la condividiamo tutti, in egual misura: la nostra condizione di pesci muti. (Allegria, eh).

    RispondiElimina