venerdì 9 gennaio 2009

DONNE TU TU TU IN CERCA DI GUAI


Vi proporrò alcuni post da me già scritti quando ero meno "famosa"  e già presenti nel blog, ma molto più indietro.       Ci tengo.


1



La solita esagerazione. E' finita l'epoca in cui una donna, in quanto tale, qualunque cosa facesse non veniva presa in considerazione.


Era solo adibita a fare la mamma, la casalinga, la moglie, tutt'al più la segretaria occhialuta o la prof. Nient'altro. Adesso invece tutte fanno tutto, anche il muratore (muratrici?) piuttosto che il pilota (non in Alitalia mi sa ormai...).


Cos'è successo. E' successo che basta vedere una donna fare qualunque cretinata che, oplà! controtendenza, è un genio. Non so perchè non si possa mai mantenere un centro e comunque, questa, images2è discriminazione al contrario.


Una PERSONA va valutata e giudicata per i suoi contenuti, non perchè è donna, uomo, ebrea, cattolica, bianca o nera. Non basta essere femmine e fare le ministre per essere giudicate in gamba.


Guarda quella! Fa l'assessore, c'ha due palle! Non so se c'ha due palle, non vuol dire. Al pari di un suo collega uomo, io la valuterò per quello che sarà in grado di mettere in atto, di trasmettere. Non mi basta che sia arrivata, deve dimostrare ciò che sa fare.images1


Solo quando la società capirà questo, saremo veramente alla pari.

7 commenti:

  1. ecco Pitunpi: i fatti! quello vogliamo. per essere onesti spesso le donne a fatti danno i punti ai masculi!

    RispondiElimina
  2. Il bello è che alle donne nn interessa di portare dei "pezzi" in più ;)

    RispondiElimina
  3. Tohhh...ma c'è la Carfagna...
    hihihihihih
    :-))
    L.A.

    RispondiElimina
  4. Mamma, casalinga moglie, prof (ops.. solo maestra), contabile di casa, medico e infermiera domiciliare: è quello che sono stata io. Ora faccio anche la nonna e ho imparato a usare questo aggeggio. Largo alle giovani e alle nuove carriere. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Se mi invii il tuo indirizzo e-mail al mio (pborrello@libero.it) ti invierò per una prima visione e per eventuali proposte di modifica il mio documento ancora in allestimento.
    Ciao a presto.

    RispondiElimina
  6. Io non la voglio la parità!
    E' così COMODO essere considerate stupide per poi stupire, farsi aprire le porte, farsi aiutare a portare pesi!!!

    RispondiElimina
  7. Medievalfairy... tu hai capito tutto della vita:-)

    RispondiElimina