domenica 18 gennaio 2009

DOMANI E' UN NUOVO GIORNO... E PIPPA VECCHIA


 



No, non sono una  che crede di essere chissà chi. Ma non sono mediocre. Non so se è una fortuna, a volte direi che è una bella sfiga perchè noti tutto e tutto ti esaspera.



Di fianco a me c'è una con un panettone da dieci chili al posto del culo, che parla sempre dei suoi figli. Non si sopporta. Berlusconi  è il suo idolo. E' razzista, odia gli extracomunitari ed i meridionali, ma suo marito, del quale ha portato le corna, è del sud. Ha il conto in Mediolanum. Per fare un versamento deve venire l'agente da non so dove a prendere i soldi.  Se la mandi a quel paese,  si gira, non risponde, ma si vede che dentro di sè ti manda a morire.



In rete sto avendo a che fare con tutti voi che, a parole, sembrate, al pari di me, persone a modo, intelligenti, profonde. E' tutto merito della rete? O siete poi come il panettone ambulante ed il mentecatto, nella vita di tutti i giorni?



Io stessa potrei essere un bluff.



Insomma: ci siete davvero?

16 commenti:

  1. Detto in modo brutale. Comprendo che nessuno a questo mondo si senta un mediocre. E' giusto, persino. Ma è molto più importante, reale, discriminante, e giusto... che molte persone siano assolutamente mediocri, qualunque cosa pensino. Sui blog forse la percentuale scende molto, ma magari anche qui... un paio di mentecatti...

    Tu non puoi essere un bluff, perchè un mediocre non osserva. E tu osservi. E se ci conoscessimo al di qua di questo acquario di pesci rossi, cominceremmo a scambiare per davvero quello che vedono i nostri occhi sbarrati.

    RispondiElimina
  2. Se vogliamo fare a scambio di figurine. Ho certi soggetti per colleghi... :-)

    Buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  3. Putroppo i colleghi di lavoro non si possono scegliere..devi prenderti quelli che ti capitano :-)

    RispondiElimina
  4. Apparte la Signora Panettone, capita a tutti :)
    Il mondo "virtuale" in fondo nn è molto diverso da quello reale, nn vedi e molti potrebbero dichiararsi diversi... ma leggi, impari, ti confronti, conosci e, infine, scegli. Cambia la strada ma il risultato nn cambia ;)

    Buon pomeriggio Pitunpi :)

    RispondiElimina
  5. Io sono "nuova" della rete. "Qui dentro", tutti voi, mi sembrate persone interessanti, questo a prescindere dal fatto che possiate o meno pensarla come me.
    Le persone che conosco non lo sono.
    Panettone a parte, che pure fa provincia, sarebbe saltato fuori una qualceh forma di attività cerebrale dopo tanti anni, no?

    RispondiElimina
  6. Post ultradivertente.

    E sì, il 90% di chi ci circonda appare così, anche da me in ufficio un bel "campionario"... e chissà come sembriamo noi agli altri. Agli stessi mediocri che critichiamo.

    Anche a me piacerebbe a volte non notare tante cose, ma si sa, chi di noi si considera mediocre?

    RispondiElimina
  7. Va là che chi lo è sotto sotto lo sa...

    RispondiElimina
  8. Pitunpi non posso tacere! sono un mediocre e per di più un elettore del PDL. lo so, non fare quella faccia!

    un grosso saluto

    Xunder

    RispondiElimina
  9. Buona giornata a te e ai tuoi sfortunati colleghi :-)

    RispondiElimina
  10. ho fatto amicizia nel reale con alcune persone incontrate in rete, e le ho trovate esattamente come si presentavano, anzi talvolta anche migliori. Purtroppo nella vita, specialmente sul posto di lavoro, le persone che ci circondano appartengono a tre categorie: Gli arrivisti, gli inconcludenti e coloro che hanno coscienza di loro stessi e delle loro capacità, ma questi ultimi sono una minoranza, ed allora spesso ti ritrovi attorniata da tutti gli altri.

    RispondiElimina
  11. Xunder: come hai potuto... Ma allora c'è attività cerebrale anche sull'altra sponda :-)

    Senzapiutempo: hai colto nel segno.

    RispondiElimina
  12. Nei micromondi lavorativi, percepisci la mediocrità della realtà in cui vivi.

    In rete, scegli l'interlocutore con cui poterti confrontare, dialogare e quindi la scelta è più ampia e 'similare'.

    RispondiElimina
  13. Io ho tanti limiti però non penso proprio di essere un panettone e/o un mentecatto.
    Comunque coraggio gli ambienti di lavoro molto spesso sono pessimi.
    Ciao

    RispondiElimina
  14. Ognuno di noi cerca di mostrare, in pubblico, il suo lato migliore. Figuriamoci degli altri!

    RispondiElimina